LOST: Un pezzo della mia vita se ne andava 4 anni fa - Born to dream

venerdì 23 maggio 2014

LOST: Un pezzo della mia vita se ne andava 4 anni fa


23/24 maggio 2010


Sono passati 4 anni da uno dei giorni più strani, fighi, sconvolgenti, particolari e meravigliosi che io abbia mai vissuto. Un giorno in cui ho detto addio (ma più che altro arrivederci) ad un pezzo della mia vita. Perché questo è Lost per me, una cosa che trascende la semplice finzione cinematografica. E non m'importa se il Finale a molti non è piaciuto, io c'ho pianto il mondo in quegli ultimi 10 minuti, perché dire addio a quei Personaggi dopo 5 lunghi anni passati con loro è DEVASTANTE. Devastante come l'effetto che "The End" mi fa ancora oggi (per questo lo riguardo pochissime volte), ancora dopo 4 anni e per sempre così.
Possono inventare tutte le Serie che vogliono, ma niente e nessuno smuoverà questa dal mio cuore.

"The most important part of your life, was the time that you spent with these people."




5 commenti:

  1. D'accordo dalla prima all'ultima riga.
    Più che una visione, un'esperienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti quando mi capita di parlare di Lost con altre persone, la prima cosa che faccio è sottolineare il fatto che non me lo son bruciato in un paio di mesi, ma me lo son goduto per 5 lunghi anni. Poi il finale è l'esperienza televisiva e cinematografica migliore di sempre per me.

      Elimina
  2. Finalmente qualcuno che è d'accordo con me sul finale. Struggente e bellissimo! Ho rivisto Lost tre volte e ogni volta che arrivo alla fine mi viene da piangere!

    RispondiElimina
  3. Dico sempre che quelli che hanno seguito Lost si dividono in: "Spettatori di scienza", che si aspettano un'ultima puntata in stile documentario con tutte le spiegazioni dei misteri, e gli "Spettatori di fede" come me, quelli che il finale l'ho anno amato alla follia, perché è stata l'esatta conclusione per il viaggio di quei PERSONAGGI.

    RispondiElimina
  4. Ciao! cominciavo a pensare che il finale di LOST fosse piaciuto solo a me! Mi aggiungo con piacere agli "Spettatori di FEDE": la visione di Lost è stata un'esperienza onirica a tratti spirituali (vedi Mr Ekko), con grandi momenti di riflessione. Un finale alternativo e soprattutto inaspettato, penso proprio di riguardarlo questa estate, con occhi diversi.

    RispondiElimina

@templatesyard