24 ottobre 2013

Tim Burton potrebbe realizzare BEETLEJUICE 2!

 

La Warner Bros. ha dato il via al progetto per la realizzazione del sequel di Beetlejuice, divertentissimo film di Tim Burton uscito nel 1988.
Speriamo non sia solo una cazzata, uno scherzetto, visto l'avvicinarsi di Halloween.

Il film è già scritto, la sceneggiatura è di Seth Grahame-Smith, autore di Dark Shadows (diretto dallo stesso Burton) e di Il cacciatore di vampiri

Protagonista dovrebbe essere lo stesso Michael Keaton, che aveva interpretato lo spiritello porcello nel primo film. 

Incrociamo le dita, perché questa è una notizia davvero importante per i fan di Tim Burton e non. Un modo per lui di tornare ai fasti del passato, a quel periodo fine anni '80 e inizio '90 in cui l'ha fatta da padrone, nel genere della dark comedy, per mettere magari in un angolo i flop degli ultimi anni.








20 ottobre 2013

Non aprite quella porta (2013), almeno le attrici son gnocche..

 
"Meno male che almeno c'era la figa!". Questo avranno pensato molti maschi arrapati una volta usciti dal cinema, dopo aver visto l'ennesimo Non aprite quella porta. Sì, perché altrimenti credo che avrebbero dato fuoco al locale, chiedendo indietro il biglietto. In questo film c'è poco e niente che valga la pena ricordare, se non le tette di Alexandra Daddario, anche se non si vedono del tutto, ma basta e avanza. Incredibile quanto in un film la sola cosa che colpisce lo spettatore sia la figaggine delle due ragazze protagoniste, e basta. Mancano quelle situazioni che rendono piacevole la visione di un horror, o pseudo tale, come una piccola dose di ironia, omicidi e scorticamenti che si fanno ricordare e che colpiscono, tensione dall'inizio. Qua la faccenda è abbastanza piatta, manca di vita, di spirito. Ci passano davanti agli occhi una serie di cose che il nostro cervello assimila e poi sputa quasi subito. Non resta niente. 
Questo non è il solito remake, ma è un sequel, ovvero si svolge molti anni dopo i fatti avvenuti nel primo, unico, inimitabile film del 1974, il capolavoro di Tobe Hooper, pellicola capace di fare il culo a qualunque sequel, prequel, remake, anche a distanza di 40 anni! Il risultato però non soddisfa, anzi annoia. Cioè, reputo migliore addirittura il remake del 2003 con Jessica Biel! Ed è tutto dire.

Leatherface non fa paura manco al mio cane, una maschera un po' più orribile e realistica potevano pure fargliela. Belle le motoseghe tenute con cura nell'armadio. C'è chi colleziona motoseghe e chi film porno. A ciascuno il suo.  Lo sceriffo all'inizio sembra Jay Z, e sembra quasi che sia un bianco riempito di tinta per diventare nero.
La scena del poliziotto che entra in casa da solo, in videochiamata con lo sceriffo e il sindaco, è forse un po' salvabile, ma un pochetto. Mio dio, il sangue finto mi ha fatto incazzare in un paio di scene, soprattutto in quella finale, con la morte ridicola del sindaco maciullato da quel tritacarne o quello che è. E poi, non so se l'hanno fatto apposta, ma quando vediamo i cadaveri fatti a pezzi nel rifugio di Leatherface, inquadrano di lato uno di loro sul tavolo, e il braccio sembra quello di una bambola gonfiabile! Palesemente finto! Allucinante!
Il finale è davvero assurdo. Lo sceriffo lascia morire il sindaco, per carità, un coglione calzato e vestito, che aveva sterminato la famiglia di Leatherface 30 anni prima, e lascia libero il pazzo con la motosega! Cioè, io approvo molte cose nei film, perché è tutta una finzione, non sono pignolo, non vado a cercare il pelo nell'uovo e la plausibilità di ogni cosa. Però, cazzo, quello lì ha fatto fuori 3 ragazzi quello stesso giorno, massacrati e fatti a pezzi, e tu lo lasci andare perché lo sceriffo ha dato di matto, facendo un'altra cazzata dopo quella di molti anni prima. Bah.. caro Jay Z, credo che ti toglieranno la stelletta di sceriffo e la butteranno nel cesso.


Ma veniamo alle cose importanti. Le due gnocche. Signore e signori, vi presento Alexandra Daddario e Tania Raymonde, che io conoscevo già per aver interpretato Alex in Lost, a quei tempi era veramente un cesso, ma ora devo dire che è sbocciata, dappertutto.
Sebbene il regista ci delizi con inquadrature delle tette e del culo di Tania, a farla da padrona in tutte le scene è proprio la Daddario. La conoscevo solo di nome, ma non l'avevo mai vista all'azione sullo schermo. Da togliere il fiato. Bellissima, con quegli occhi azzurri penetranti e uno sguardo innocente, calmo, ma soprattutto con un fisico DA URLO cavolo! Una bomba sexy! Qualcuno denunci il regista per non averle fatto spostare ancora di più la camicetta nella scena finale! Dato che c'erano potevano anche farcele vedere le boobs! Avrebbe dato un tocco di classe al tutto.

Comunque... Alexandra Daddario aveva la mia curiosità, ma ore ha la mia attenzione (semicit.).

Il genere horror è uno dei più difficili da affrontare ora, perché la gente non si spaventa facilmente, ha visto tutto, TUTTO. Quindi bisogna essere davvero originali per confezionare qualcosa di veramente valido, sia esso un remake, un sequel, o qualunque cosa. Ah, e ricordatevi che servono attrici bone. Così si va sul sicuro.


I culi introduttivi nei vari film:



Marilyn Burns (Sally Hardesty): 1974









Tania Raymonde (Nikki): 2013











Jessica Biel (Erin): 2003




























16 ottobre 2013

Scarlett Johansson eletta per la seconda volta donna più sexy del 2013 da Esquire!


L'anno scorso era stata Mila Kunis, quest'anno il titolo di donna più sexy del 2013 va a Scarlett Johansson, che aveva già conquistato la vetta più alta della classifica anche nel 2006
 Esquire mi legge nel pensiero, perché io avevo puntato tutto proprio su queste due attrici/gnocche.

Scarlett è una bomba sexy, c'è poco da fare. L'ho adorata in ogni suo scatto di questo anno. Una meraviglia per gli occhi.
Ma la amo pure quando è un po' bambina, come in Lost in Translation.

Godetevi gli scatti del servizio di Esquire!



























"Magic in the moonlight" è il titolo del nuovo film di Woody Allen, con Emma Stone e Colin Firth


 
Woody Allen quest'estate ha girato il suo nuovo film, mantenendo la riservatezza che lo contraddistingue. Il titolo è stato appena svelato, s'intitolerà Magic in the moonlight, e vanta un cast di tutto rispetto, dove spiccano Emma Stone e Colin Firth, ma che conta anche Marcia Gay Harden, Jacki Weaver, Hamish Linklater, Eileen Atkins, Simon McBurney, Erica Leerhsen, Catherine McCormack, Paul Ritter e Jeremy Shamos.

Non si sa ancora molto sulla nuova pellicola di Allen. Dovrebbe essere una commedia ambientata nella Francia degli anni 20. Motivo in più per attenderlo con molta trepidazione. 








Quentin Tarantino svela i suoi film preferiti del 2013!

 
Quentin Tarantino, come ogni anno, stila la top ten dei film che meritano una visione, i suoi preferiti. L'anno scorso non aveva potuto rivelare la speciale classifica, perché inmpegnato nella realizzazione di Django Unchained. Quest'anno, invece, esce allo scoperto un po' in anticipo, quindi la classifica potrebbe anche avere delle variazioni a fine anno.

I film citati da Quentin sono:

AFTERNOON DELIGHT - commedia drammatica diretta da Jill Solloway




BEFORE MIDNIGHT - drammatico, di Richard Linklater, con Ethan Hawke e Julie Delpy




BLUE JASMINE - il nuovo film di Woody Allen, con Cate Blanchett e Alec Baldwin




THE CONJURING - horror/thriller diretto da James Wan (autore di Saw), con Vera Farmiga e Patrick Wilson.




DRINKING BUDDIES - commedia romantica di Joe Swanberg, con Olivia Wilde, Anna Kendrick, Jake Johnson




FRANCES HA - comedy/drama diretta da Noah Baumbach, con Greta Gerwig, Mickey Sumner, Adam Driver




GRAVITY - che ho recensito qui, di Alfonso Cuaron, con Sandra Bullock e George Clooney




KICK ASS 2 - basato sull'omonimo fumetto, diretto da Jeff Wadlow, con Aaron Taylor-Johnson, Chloë Grace Moretz, Christopher Mintz-Plasse e Jim Carrey.




THE LONE RANGER - discusso mezzo flop della Disney, di Gore Verbinsky, con Johnny Depp e Armie Hammer.




THIS IS THE END - un film che mi incuriosisce tanto, ma proprio tanto. Debutto alla regia per Evan Goldberg e Seth Rogen, con protagonisti James Franco, Jonah Hill, Seth Rogen, Jay Baruchel, Danny McBride, Craig Robinson e tanti altri, come Emma Watson, Michael Cera e Rihanna! Tutti nel ruolo di LORO STESSI!






15 ottobre 2013

LORDE, 17 anni, una voce fantastica e un bel caratterino!


Lorde, all'anagrafe Ella Yelich O'Connor, è la vera sorpresa di questo autunno. 17 anni il 7 novembre, neozelandese, scoperta a 12 anni e da subito messa a lavorare con compositori e cantautori, questa giovanissima ragazza è piombata con forza nel panorama musicale internazionale. L'ho scoperta qualche settimana fa frugando nel profilo di artisti sconosciuti su Spotify, e così BOOM! Mi trovo due pezzi assolutamente fantastici, come Royals e Tennis Court. Melodia semplice, buon ritmo e una voce fantastica. Due giorni dopo, questi due singoli comparivano già in ogni social network possibile.

 Lorde l'ho sentita pure parlare in un intervista, ha una voce davvero atipica per una ragazzina di quell'età. Meraviglia.

E poi è anche un peperino, infatti a discapito dei 17 anni ha già criticato alcune sue colleghe, come Selena Gomez e Lana Del Rey, accusandole di essere cattivo esempio per le ragazzine, presentando la donna come una figura debole, triste, assoggettata al volere dell'uomo.

E brava Lorde, un inizio di carriera più cazzuto di così non lo potevamo immaginare!









14 ottobre 2013

THE BLING RING - Sofia Coppola e i suoi adolescenti




The Bling Ring: promosso! Mi è piaciuto. Pensavo mi deludesse e invece no. 
Ha uno stile quasi da documentario, molto giornalistico, veloce, netto, infatti Sofia Coppola si è ispirata ad un articolo apparso su Vanity Fair. Mi è piaciuta la regia, con delle inquadrature veramente belle, come il piano sequenza durante una delle “rapine”, oppure il gruppetto che cammina al rallentatore in strada.
  
Mi son piaciuti i personaggi. Il migliore per me è Marc, il ragazzo prima sfigato e poi portato nella cattiva strada dall’influenza delle ragazze. Ragazze fighe. Emma Watson più bella che mai, ogni tanto perdevo qualche sottotitolo per ammirare la sua estrema figaggine. Allucinante. Però non mi è piaciuta nella recitazione.. vabbé che interpretava una troietta ignorante tutta trucco parrucco e poco cervello, però bo mi risultava troppo finta. Taissa Farmiga il top anche se il suo personaggio è risultato un po’ messo ai margini. Però simpaticissima. Anche la mezza cinese (Rebecca) davvero convincente, la mente dei furti, gran bel personaggio.
Colonna sonora da urlo! Bellissime le scene in macchina con la musica a tutto volume.
 
Se gli spettatori si aspettano storie d’amore, drammi familiari, vip in primo piano, una commedia americana, le lacrime, i brividi, allora è meglio che non vadano a vederlo. Questo film è immediato, schietto, ti fa vedere delle cose senza analizzare troppo nulla. Meglio così.
Avrei forse cambiato il finale che risulta troppo morbido. 


Mi ha ricordato molto Spring Breakers, soprattutto per la tematica.. la generazione dei giovani moderni.. totalmente allo sbaraglio. Ricordiamoci che questa è una storia vera. I protagonisti appartengono a famiglie benestanti, molto ricche, hanno già tutto ma non gli basta. Rubano in casa dei VIP non perché vogliono oggetti materiali, vabbé anche per quello, ma perché vogliono quegli oggetti che rappresentato lo status symbol dell’essere una celebrità. Vogliono far parte di quel mondo. Entrare nelle case abitate da stelle del cinema, attrici fallite e alcolizzate, modelle, e mettere mano sulle loro cose, li mette a contatto con quella vita, che loro amano alla follia e venerano. 


Diciamo che Sofia Coppola non giudica questi ragazzi, cioè tiene le distanze da loro, ci fa vedere le loro azioni come se stessimo leggendo un articolo di giornale, non a caso verso la fine c’è la giornalista di Vanity Fair che li intervista. Più che altro ci sta mostrando cosa possono fare i giovani di oggi, cosa sono disposti a fare pur di raggiungere un grado di successo anche nella loro piccola vita. I ladruncoli vengono presi anche perché si vantano delle loro irruzioni nelle case dei vip con amici e compagni di scuola, postano le foto degli oggetti rubati su ogni social network possibile ed immaginabile. Alla fin fine se la cercano, ma se l’hanno cercata pure quelle star che lasciano la chiave sotto il tappeto, o lasciano aperte le porte senza allarme. Ovviamente ci sono le telecamere. Ma questo non giustifica le azioni dei ragazzi, che da quello che vediamo non si pentono minimamente, uno spiraglio di pentimento forse lo vediamo in Marc, perché lui. Al contrario delle altre ragazze, non era così.. lui era uno sfigato, che saltava la scuola, ma niente più, plasmato poi dalle altre e da quel mondo che li inghiottisce, fatto di alcol, divertimento estremo, droga, soldi, vestiti e gossip. Dopo aver derubato le celebrità diventano loro stessi dei VIP, tutti ne parlano, tutti vogliono un’intervista. Il gruppo, nella sciagura e nella drammaticità della cosa, sta comunque godendo perché finalmente sono al centro dell’attenzione. 


Fanno ufficialmente parte di quel mondo che tanto avevano cercato di imitare. Interviste su interviste, copertine dei giornali e poi la favola dentro il dramma arriva ad una fine. Il processo. La galera. I sogni si avverano, ma poi finiscono. Male.






13 ottobre 2013

GRAVITY - Recensione del film con George Clooney e Sandra Bullock


Una delle cose che più detesto è uscire dal cinema deluso dal film appena visto. Mi è capitato pochissime volte nella mia vita, l'ultima ieri sera, dopo aver visto il tanto osannato Gravity.
Alfonso Cuaron è un tuttofare: ha scritto, montato, prodotto e diretto questa angosciante viaggio nello spazio. Angosciante inteso come claustrofobico, ansioso, oppure nel senso di rottura di palle. Ecco, nel mio caso sono più propenso ad optare per il secondo. Mi aspettavo molto ma molto di più, dopo tutte le critiche positive, i commenti entusiasti che ho letto in questi giorni in rete. Ero pronto a farmi venire l'ansia, pensavo di vedere un finale da pelle d'oca. Niente. Era meglio se non pensavo affatto.
Questo è uno di quei film dove il 3D vale davvero il prezzo del biglietto. Spettacolare. Non oso immaginare vederlo alla tv, o al pc in streaming! Una merda!  
 Micidiali le scene dove i detriti dei satelliti si disintegrano contro i protagonisti, ed escono pure dallo schermo! Devo ammettere che lì ho saltato sulla sedia un bel po' di volte!
Promossa la regia di Cuaron, con inquadrature spettacolari, movimenti di macchina fluidi, mai niente di pesante per gli occhi, forse solo quelle dal punto di vista dei protagonisti, da dentro il casco, ma non ne hanno abusato e non hanno pesato per niente.
I panorami della Terra sono una meravigli aper gli occhi. Probabilmente il film più spettacolare girato nello spazio, proprio considerando le immagini, ma questo è scontato.

Per il resto non mi ha convinto. Non mi ha entusiasmato. George Clooney è stato liquidato troppo presto, in modo molto veloce. Infatti il suo personaggio è totalmente messo in ombra da Sandra Bullock. Fenomenale. La nomination all'Oscar per me è quasi sicura. Davvero una prova attoriale da lode, difficile, stancante, forte.
I personaggi sono caratterizzati bene, per quel poco che parlano, a parte Clooney che non fa altro che ripetere battutine.
 
 
Mi dispiace non averlo apprezzatto. Magari dopo una seconda visione cambierò anche il mio giudizio. In giro leggo solo critiche positive. C'è chi lo definisce epico, chi sublime, chi un grandissimo viaggio nella speranza e nella rinascita. Per carità, non sto dicendo che fa cagare. Effetti speciali, 3D, immagini, tutto questo è meraviglioso, ma non ho colto il senso profondo dell'opera di Cuaron, così mi pare di capire. Il suo essere epico e introspettivo allo stesso tempo, questo sì che l'ho capito e l'ho apprezzato, ma non così tanto da definirlo un capolavoro. Devo essermi perso qualcosa.

Forse sono stato attento solo all'aspetto catastrofico e meno a quello umano, forse la colpa è di quei quattro coglioni quarantenni che non si sono stati zitti un attimo, distraendomi, oppure è solo perchè, citando un mio amico: "siamo superficiali, tipici italiani da cinepanettone", che non è vero ovviamente, perché odiamo i cinepanettoni, ma che è una battuta che smorza l'atmosfera triste, come ogni volta che un film mi delude.

Era meglio se andavo a vedere The Bling Ring. Sicuramente Emma Watson e Taissa Farmiga le avrei capite a fondo.

12 ottobre 2013

DEXTER - Commento sul Finale e sulla Stagione 8



Dexter è finito. Il finale lo aspettavo da un casino di tempo, coi miei amici abbiamo ipotizzato un sacco di cose, la morte di Dex, Harrison che diventa serial killer, Dexter che viene smascherato da tutti, e altre teorie. L'ottava stagione è stata la più brutta di tutta la serie. Una vergogna e una mancanza di rispetto verso quelli seguiovano Dexter da quasi 8 anni.
Non si può realizzare una stagione così. Cioè.. era l'ULTIMA! Assurdo.
Il finale diciamo che mi è piaciuto, più nel suo senso generale che nella messa in scena davvero pessima. 
 È un finale giusto, coerente col personaggio ma soprattutto col percorso da lui affrontato durante la serie. È ovvio che non a tutti è piaciuto e piacerà, ma è normale che qualunque finale ci avessero dato non avrebbe potuto accontentare tutti (vedi Lost).
Il problema è il come ci hanno fatto arrivare a questo finale, ovvero con una serie di puntate davvero brutte, noiose, ripetitive e senza anima. Questa stagione non mi ha lasciato davvero nulla. Certo, durante le scene finali ho pianto, ma questo non salva l'orrore a cui abbiamo assistito. Peccato, poteva essere una delle mie serie preferite, ma non rientra nemmeno nella top five. 



Detto questo, vorrei premiare le cose che più ho amato di questa serie (no spoiler):

Migliori stagioni: la 1 e la 4. Inarrivabili.
Miglior finale di stagione: la 4
Miglior puntata: 7x08 Argentina
Miglior personaggio: Debra, cazzo!
Migliori antagonisti: Trinity e il Killer del camion frigo
Miglior citazione: "Hello, Dexter Morgan." e "Se Dio esistesse e io credessi in Dio, sarebbe in questa stanza insieme a me. Se solo avesse portato una prolunga.."

Comunque, non voglio aggiungere nulla, perché vi spiego tutto ciò che penso sulla serie e sul finale nel video che trovate cliccando qua --> http://www.youtube.com/watch?v=RBubzTcR-HU

Godetevelo. Sono commenti a caldo, e poi è il primo video di questo genere che faccio. Enjoy!


11 ottobre 2013

American Horror Story: Coven. Le streghe cool!

 
 
Boom di ascolti per la premiere di American Horror Story: Coven, andata in onda mercoledì notte in America. Noi amanti dei sottotitoli ce la siamo goduta ieri, eccome se ce la siamo goduta!
Allora, non mi ha convinto al 100 % perché mi aspettavo qualcosina di più, una cosa di un impatto maggiore. Ma è stata comunque una figata assurda.
Una premier che soddisfa, anche se preferisco quella di Asylum, la 2x01.
Il cast, come pensavo, è davvero una bomba. Cioè, ho adorato ogni scena dov'era presente Taissa Farmiga (Zoe), davvero.. allucinante.. mi piace troppo lei.
Emma Roberts è troppo figa, col cappello e il vestito tutto nero è il top e poi si vede che sarà la cazzona del gruppo, puttanella simpatica. Loro due potranno essere le mie preferite.
Kathy Bates nei pochi minuti in cui è stata presente è stata esplosiva.. E poi Jessica.. oh, Jessica Lange.. questo personaggio mi fa ben sperare.. che riesca a superare la magnificenza di Sister Jude??

E poi mi piace Zoe che narra con la voce fuori campo. Tanto.
Per quanto riguarda i poteri delle "streghe" (mi suona ancora strano chiamarle così), mi piacciono, son toghi, tranne uno.. quello di Zoe.. bo quello mi ha lasciato un po' perplesso ahah, perché comunque va un po' troppo oltre. Ma la cosa figa di AHS è anche questa, l'esagerazione.
Dalla prossima puntata potrò dare un giudizio più specifico.. ancora è troppo presto per capire che cosa abbiamo davanti. Secondo me sarà una stagione divertente.
Una cosa... il fatto che Zoe (Taissa) e Kyle (Evan Peters) si avvicineranno tra loro, perché è scontato, mi fa storcere un po' il naso.. perché li abbiamo già visti nel ruolo dell'altra grande coppia.. Tate e Violet.
 
 

3 ottobre 2013

Scemo e più Scemo 2, iniziate le riprese. Prime immagini


Scemo e più Scemo 2 uscirà nel 2014, esattamente 20 anni dopo il capolavoro della comicità interpretato da due grandissimi di questo genere, ovvero Jim Carrey e Jeff Daniels. Il primo film è una vera perla, e se non l'avete ancora visto, fatelo e preparatevi a ridere.. tanto!
Il sequel vedrà nuovamente dietro la macchina da presa i fratelli Farrelly (autori, tra gli altri, di Tutti pazzi per Mary e Io me & Irene).

L'attrice fresca di Premio Oscar Jennifer Lawrence farà un breve cameo nel film, dicono per via della vicinanza del set con quello di Hunger Games. Sono proprio curioso di vederla, perché anche se sarà solo una piccola scena, la Lawrence può bucare lo schermo anche in dieci secondi, in una commedia poi ancora meglio!






1 ottobre 2013

Lo Hobbit: La desolazione di Smaug - NUOVO TRAILER UFFICIALE



Lo Hobbit: La desolazione di Smaug è il secondo capitolo della nuova trilogia di Peter Jackson basata sull'omonimo romanzo di Tolkien
Il trailer è spettacolare, come ci si può aspettare. Io ho i brividi, sono emozionato, non vedo l'ora di vedere questo film perché ho adorato il primo e sono un fan sfegatato della trilogia de Il Signore Degli Anelli.
Ho un rapporto speciale con questi personaggi e rivedere Legolas (anche se non appare nel romanzo) mi fa venire la pelle d'oca. Devo anche ricordare poi la presenza di Evangeline Lilly, che molti ricorderanno per il ruolo di Kate nella serie tv migliore della storia (ahah, sì sono di parte), ovvero LOST! Evangeline interpreta l'elfa Tauriel, personaggio inventato per il film.

L'uscita in Italia è prevista per il 12 dicembre!!!

Qua sotto trovate il TRAILER 

video





 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...