The Walking Dead - Born to dream

sabato 19 novembre 2011

The Walking Dead



Titolo: The Walking Dead
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 2010 - in produzione
Genere: azione, drammatico, horror
Stagioni: 2
Episodi: 19


Era da un po' che volevo cominciare questa serie. Il promo mi aveva affascinato. Finalmente qualcosa di diverso, un telefilm non sui soliti poliziotti, avvocati, medici, bensì sugli zombie! Che ficata! 
A me generalmente i film con gli zombie piacciono, anche se non spaventano manco per il cazzo. La cosa migliore di film così è il fatto che i protagonisti devono scappare, cercare di sopravvivere etc. innescando tutte le azioni conseguenti. 



The Walking Dead parte bene, anzi benissimo. L'agente di polizia Rick Grimes è il protagonista. All'inizio è un po' disorientato, essendosi svegliato dal coma trovando il paese sotto sopra, con cadaveri sparsi nei viali e porte che recitano: Don't Open, Dead Inside.
Ma poi Rick comincia a rivelare la sua natura di leader carismatico, dotato di forza e intelligenza. Un tipo cazzuto insomma, che credo mi starà simpatico per il resto del telefilm.

L'episodio pilota è spettacolare ed è stato acclamato in lungo e in largo ed è quello che ha ottenuto gli ascolti più alti in assoluto di tutti gli episodi pilota della rete AMC. Siamo di fronte ad una serie tv sugli zombie di qualità cinematografica! Che si vuole di più!


La regia è perfetta. Non per altro dietro la macchina da presa c'è un certo Frank Darabont (Le ali della LibertàIl miglio verdeThe mist).
La prima stagione conta solo episodi. Ho letto molte critiche negative, c'è chi dice che gli episodi della prima stagione siano scadenti, troppo banali, ma che la seconda stagione si sta rivelando un successo. Beh io ho visto solo i primi due episodi, ma quello che ho visto è stato grandioso! Quindi starò a vedere se la serie si manterrà a questi livelli.

P.S. Stephen King ha inserito il quinto episodio della prima stagione al secondo posto della sua personale lista dei migliori show televisivi del 2010.







Nessun commento:

@templatesyard